Il presente trovato riguarda un dispositivo di supporto per operazioni di ricerca e soccorso comprendente un drone ed almeno un sensore per il rilievo di parametri dell'area sorvolata. Il numero di persone che frequenta la montagna (ed in generale i luoghi non urbanizzati) è in crescita continua e tale crescita ha determinato un corrispondente incremento degli incidenti che possono verificarsi agli escursionisti e/o sciatori e/o alpinisti. Tra gli incidenti possibili, quelli che rendono più difficoltose le operazioni di ricerca e soccorso sono le valanghe. In tali scenari si è soliti ricorrere a strumentazione specifica con apparecchi trasmittenti attivi (ARTVA) o passivi (transponder di RECCO) che consentono ai soccorritori di localizzare i travolti anche se non visibili ad occhio nudo perché sepolti dalla neve. Il compito principale del presente trovato è quello di proporre un dispositivo che consenta di velocizzare e rendere più sicure le operazioni di ricerca e soccorso di persone disperse, integrando la strumentazione utilizzata nell'ambito con un drone. La descrizione di tale dispositivo è affiancata ad una forma di esecuzione preferita, ma non esclusiva, del dispositivo di ricerca e soccorso integrato nel drone.

Dispositivo di supporto per operazioni di ricerca e soccorso

Strano Bruno;Marconi Lorenzo
;
Mimmo Nicola;Mengoli Dario
;
Furci Michele
2020

Abstract

Il presente trovato riguarda un dispositivo di supporto per operazioni di ricerca e soccorso comprendente un drone ed almeno un sensore per il rilievo di parametri dell'area sorvolata. Il numero di persone che frequenta la montagna (ed in generale i luoghi non urbanizzati) è in crescita continua e tale crescita ha determinato un corrispondente incremento degli incidenti che possono verificarsi agli escursionisti e/o sciatori e/o alpinisti. Tra gli incidenti possibili, quelli che rendono più difficoltose le operazioni di ricerca e soccorso sono le valanghe. In tali scenari si è soliti ricorrere a strumentazione specifica con apparecchi trasmittenti attivi (ARTVA) o passivi (transponder di RECCO) che consentono ai soccorritori di localizzare i travolti anche se non visibili ad occhio nudo perché sepolti dalla neve. Il compito principale del presente trovato è quello di proporre un dispositivo che consenta di velocizzare e rendere più sicure le operazioni di ricerca e soccorso di persone disperse, integrando la strumentazione utilizzata nell'ambito con un drone. La descrizione di tale dispositivo è affiancata ad una forma di esecuzione preferita, ma non esclusiva, del dispositivo di ricerca e soccorso integrato nel drone.
102020000002623
Sala Andrea; Strano Bruno; Marconi Lorenzo; Mimmo Nicola; Mengoli Dario; Furci Michele;
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/888098
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact