Questo originale contributo si inserisce nel dibattito che in ambito metodologico è nato attorno all’adozione dei mixed-methods e mixed-method evaluation designs, tradotto finora in italiano con “metodi misti”. In particolare vengono evidenziate le scelte e gli aspetti problematici connessi all’uso dei metodi misti, contribuendo così ad avviare anche in ambito italiano un dibattito e confronto più articolato e innovativo sul rapporto tra quantità e qualità in educazione. Gli aspetti metodologico-procedurali della ricerca vengono analizzati e discussi in relazione al monitoraggio e alla valutazione di un’innovazione didattica che si è svolta per un triennio nella provincia di Bologna: i percorsi integrati tra istruzione e formazione professionale nell’obbligo formativo. Gli interrogativi ai quali la ricerca risponde sono i seguenti: a) esprimere giudizi sull’efficacia del programma, utilizzando anche un criterio di riferimento esterno; b) conoscere e comprendere i punti di vista dei soggetti coinvolti; c) favorire la partecipazione al processo valutativo e lo sviluppo professionale dei diversi soggetti coinvolti; d) favorire il miglioramento continuo del programma. Tali interrogativi fanno riferimento a un approccio valutativo multiplo e hanno portato all’impiego di procedure miste sia per quanto riguarda le tecniche e gli strumenti di indagine, sia per quel che concerne l’ analisi dei dati. La scelta delle procedure è stata dettata dall’intento di a) cercare convergenze e supporto di risultati da diverse tecniche e tipi di anlisi che indagano lo stesso fenomeno 8triangolazione) b) approfondire i risultati raggiunti con una modalità mediante i risultati raggiunti con un’altra su diversi aspetti (complementarietà) c) usare i risultati raggiunti con un tipo di analisi per fornire informazioni a un altro (sviluppo) (Greene, 2007).

L'applicazione dei "metodi misti" nell'analisi di percorsi integrati tra istruzione e formazione professionale

GIOVANNINI, MARIA LUCIA;MARCUCCIO, MASSIMO;TRUFFELLI, ELISA
2009

Abstract

Questo originale contributo si inserisce nel dibattito che in ambito metodologico è nato attorno all’adozione dei mixed-methods e mixed-method evaluation designs, tradotto finora in italiano con “metodi misti”. In particolare vengono evidenziate le scelte e gli aspetti problematici connessi all’uso dei metodi misti, contribuendo così ad avviare anche in ambito italiano un dibattito e confronto più articolato e innovativo sul rapporto tra quantità e qualità in educazione. Gli aspetti metodologico-procedurali della ricerca vengono analizzati e discussi in relazione al monitoraggio e alla valutazione di un’innovazione didattica che si è svolta per un triennio nella provincia di Bologna: i percorsi integrati tra istruzione e formazione professionale nell’obbligo formativo. Gli interrogativi ai quali la ricerca risponde sono i seguenti: a) esprimere giudizi sull’efficacia del programma, utilizzando anche un criterio di riferimento esterno; b) conoscere e comprendere i punti di vista dei soggetti coinvolti; c) favorire la partecipazione al processo valutativo e lo sviluppo professionale dei diversi soggetti coinvolti; d) favorire il miglioramento continuo del programma. Tali interrogativi fanno riferimento a un approccio valutativo multiplo e hanno portato all’impiego di procedure miste sia per quanto riguarda le tecniche e gli strumenti di indagine, sia per quel che concerne l’ analisi dei dati. La scelta delle procedure è stata dettata dall’intento di a) cercare convergenze e supporto di risultati da diverse tecniche e tipi di anlisi che indagano lo stesso fenomeno 8triangolazione) b) approfondire i risultati raggiunti con una modalità mediante i risultati raggiunti con un’altra su diversi aspetti (complementarietà) c) usare i risultati raggiunti con un tipo di analisi per fornire informazioni a un altro (sviluppo) (Greene, 2007).
Le nuove sfide della ricerca didattica tra saperi, comunità sociali e culture
21
34
Giovannini M. L.; Marcuccio M.; Truffelli E.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/87354
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact