INDAGINE PRELIMINARE SULLA COMPONENTE BATTERICA DI GASTEROPODI MARINI EDULI DELL’ADRIATICO Patrizia Serratore, Emanuele Zavatta, Giorgia Bignami, Luna Lorito Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie – Università di Bologna 1. Scopo Il Reg. CE 558/2010 dispone che la cattura dei gasteropodi marini, assimilati dal Reg. CE 853/2004 ai molluschi bivalvi vivi, può avvenire al di fuori delle aree classificare, in quanto non essendo filtratori non accumulano microrganismi contaminanti di origine fecale. Nonostante questo assunto, va rilevato che le conoscenze scientifiche sul microbiota dei gasteropodi marini eduli sono molto scarse, inoltre manca un metodo standardizzato per verificarne la vitalità in commercio. Lo stesso Food and Veterinary Office comunitario rileva che i Controlli Ufficiali negli Stati membri risultano totalmente assenti o comunque inappropriati. Al fine di implementare le opportune pratiche ispettive, è necessario sviluppare indagini mirate sul piano della sicurezza alimentare di questi prodotti. Il presente studio offre un primo contributo di conoscenza sulla componente batterica associata a due specie dell’Adriatico, Nassarius mutabilis e Bolinus brandaris, proponendo un metodo ispettivo per la verifica della vitalità. 2. Metodi Complessivamente sono stati analizzati 21 lotti di Nassarius mutabilis e 7 di Bolinus brandaris. La vitalità è stata verificata mediante aspersione con sale da cucina, metodo messo a punto dal nostro laboratorio. Le unità campionarie, dopo accurato risciacquo in acqua marina sterile, sono state sottoposte ad analisi batteriologiche: enumerazione di Vibrio spp., come componente autoctona, su Thiosulfate-Citrate-Bile salts-Sucrose Agar NaCl 3% finale, incubato a 20°C per 3-5 gg; ricerca mirata di V. parahaemolyticus, V. vulnificus, V. cholerae e V. alginolyticus su CHROMagar Vibrio incubato a 37°C per 24 h, e caratterizzazione fenotipica e genomica degli isolati (metodo interno); enumerazione di E. coli, come criterio di sicurezza, con metodo ISO 16649-2:2001. 3. Risultati Tutti i lotti acquisiti direttamente dal produttore hanno rivelato odore di salso o neutro e gli animali hanno reagito immediatamente all’aspersione con sale con estroflessione del piede e movimenti attivi (Nassarius) o abbondante emissione di schiuma (Bolinus), presentando valori medi di Vibrio spp. simili, rispettivamente 5,34 log10 e 5,79 log10. Tra i lotti di Nassarius reperiti in commercio (N=17), il 47% (N=8) ha rivelato odore salso pungente o nettamente sgradevole, con reazione al sale molto scarsa o assente, presentando valori medi di Vibrio spp. pari a 6,53 log10. Tutti i campioni sono risultati negativi per E. coli, V. vulnificus e V. cholerae, ma positivi per V. alginolyticus. Un campione di Bolinus è risultato positivo per V. parahaemolyticus, con genotipo potenzialmente patogeno (ToxR+, tdh+). 4. Conclusioni I lotti di entrambe le specie reperiti alla produzione sono risultati tutti vitali, mentre il 47% dei lotti di Bolinus reperiti in commercio è risultato non conforme, in quanto composto in prevalenza o totalmente da individui morti. La mancata evidenziazione di E. coli pare giustificare il disposto del Reg. CE 558/2010. Tuttavia, i valori medi relativi a Vibrio spp. del prodotto vitale, ed ancor più del prodotto disvitale/morto, sono risultati superiori a quelli riscontrati nel bivalve R. philippinarum nel medesimo areale, pari a 4.69 log10. In termini di sicurezza alimentare, questa condizione di polimicrobismo in animali non filtratori necessita di ulteriori studi, sia in relazione ai target potenzialmente patogeni che in relazione ai possibili effetti del catabolismo batterico aspecifico in relazione alla produzione di amine biogene.

Indagine preliminare sulla componente batterica di gasteropodi marini eduli dell’Adriatico / Patrizia Serratore, Emanuele Zavatta, Giorgia Bignami, Luna Lorito. - STAMPA. - (2018), pp. C001.1-C001.48. (Intervento presentato al convegno Attualità nell’igiene degli alimenti: stato dell’arte e prospettive future tenutosi a Milano nel 12-14 settembre 2018).

Indagine preliminare sulla componente batterica di gasteropodi marini eduli dell’Adriatico

Patrizia Serratore
Writing – Review & Editing
;
Emanuele Zavatta
Investigation
;
Giorgia Bignami
Investigation
;
Luna Lorito
Investigation
2018

Abstract

INDAGINE PRELIMINARE SULLA COMPONENTE BATTERICA DI GASTEROPODI MARINI EDULI DELL’ADRIATICO Patrizia Serratore, Emanuele Zavatta, Giorgia Bignami, Luna Lorito Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie – Università di Bologna 1. Scopo Il Reg. CE 558/2010 dispone che la cattura dei gasteropodi marini, assimilati dal Reg. CE 853/2004 ai molluschi bivalvi vivi, può avvenire al di fuori delle aree classificare, in quanto non essendo filtratori non accumulano microrganismi contaminanti di origine fecale. Nonostante questo assunto, va rilevato che le conoscenze scientifiche sul microbiota dei gasteropodi marini eduli sono molto scarse, inoltre manca un metodo standardizzato per verificarne la vitalità in commercio. Lo stesso Food and Veterinary Office comunitario rileva che i Controlli Ufficiali negli Stati membri risultano totalmente assenti o comunque inappropriati. Al fine di implementare le opportune pratiche ispettive, è necessario sviluppare indagini mirate sul piano della sicurezza alimentare di questi prodotti. Il presente studio offre un primo contributo di conoscenza sulla componente batterica associata a due specie dell’Adriatico, Nassarius mutabilis e Bolinus brandaris, proponendo un metodo ispettivo per la verifica della vitalità. 2. Metodi Complessivamente sono stati analizzati 21 lotti di Nassarius mutabilis e 7 di Bolinus brandaris. La vitalità è stata verificata mediante aspersione con sale da cucina, metodo messo a punto dal nostro laboratorio. Le unità campionarie, dopo accurato risciacquo in acqua marina sterile, sono state sottoposte ad analisi batteriologiche: enumerazione di Vibrio spp., come componente autoctona, su Thiosulfate-Citrate-Bile salts-Sucrose Agar NaCl 3% finale, incubato a 20°C per 3-5 gg; ricerca mirata di V. parahaemolyticus, V. vulnificus, V. cholerae e V. alginolyticus su CHROMagar Vibrio incubato a 37°C per 24 h, e caratterizzazione fenotipica e genomica degli isolati (metodo interno); enumerazione di E. coli, come criterio di sicurezza, con metodo ISO 16649-2:2001. 3. Risultati Tutti i lotti acquisiti direttamente dal produttore hanno rivelato odore di salso o neutro e gli animali hanno reagito immediatamente all’aspersione con sale con estroflessione del piede e movimenti attivi (Nassarius) o abbondante emissione di schiuma (Bolinus), presentando valori medi di Vibrio spp. simili, rispettivamente 5,34 log10 e 5,79 log10. Tra i lotti di Nassarius reperiti in commercio (N=17), il 47% (N=8) ha rivelato odore salso pungente o nettamente sgradevole, con reazione al sale molto scarsa o assente, presentando valori medi di Vibrio spp. pari a 6,53 log10. Tutti i campioni sono risultati negativi per E. coli, V. vulnificus e V. cholerae, ma positivi per V. alginolyticus. Un campione di Bolinus è risultato positivo per V. parahaemolyticus, con genotipo potenzialmente patogeno (ToxR+, tdh+). 4. Conclusioni I lotti di entrambe le specie reperiti alla produzione sono risultati tutti vitali, mentre il 47% dei lotti di Bolinus reperiti in commercio è risultato non conforme, in quanto composto in prevalenza o totalmente da individui morti. La mancata evidenziazione di E. coli pare giustificare il disposto del Reg. CE 558/2010. Tuttavia, i valori medi relativi a Vibrio spp. del prodotto vitale, ed ancor più del prodotto disvitale/morto, sono risultati superiori a quelli riscontrati nel bivalve R. philippinarum nel medesimo areale, pari a 4.69 log10. In termini di sicurezza alimentare, questa condizione di polimicrobismo in animali non filtratori necessita di ulteriori studi, sia in relazione ai target potenzialmente patogeni che in relazione ai possibili effetti del catabolismo batterico aspecifico in relazione alla produzione di amine biogene.
2018
XXVIII Convegno Nazionale AIVI. Attualità nell’igiene degli alimenti: stato dell’arte e prospettive future.
1
48
Indagine preliminare sulla componente batterica di gasteropodi marini eduli dell’Adriatico / Patrizia Serratore, Emanuele Zavatta, Giorgia Bignami, Luna Lorito. - STAMPA. - (2018), pp. C001.1-C001.48. (Intervento presentato al convegno Attualità nell’igiene degli alimenti: stato dell’arte e prospettive future tenutosi a Milano nel 12-14 settembre 2018).
Patrizia Serratore, Emanuele Zavatta, Giorgia Bignami, Luna Lorito
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/654831
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact