Le prestazioni di una raccoglitrice prodotta in Italia, equipaggiata di scuotitore verticale, e le vibrazioni trasmesse alla pianta sono state analizzate al fine di determinare l'influenza delle differenti condizioni operative sulla quantità e qualità del prodotto raccolto e sulla risposta dinamica della pianta. Le prove sono state effettuate su un vigneto a doppia cortina variando la velocità d'avanzamento e la frequenza di scuotimento. Trasduttori piezoelettrici sono stati montati sulla pianta per la misura delle accelerazioni in fase di raccolta. I risultati mostrano che un incremento della velocità d’avanzamento (da 0,69 a 0,83 m/s) non comporta un peggioramento della raccolta. Una più bassa frequenza di scuotimento accresce significativamente la quantità di grappoli interi senza diminuire la quantità di prodotto raccolto. Un minore numero di colpi per metro di cortina inferti dallo scuotitore comporta un decremento significativo della perdita in foglie. Il picco di accelerazione appare non correlato col prodotto raccolto. La differenza di velocità del tralcio (legata all’energia trasmessa ai grappoli) è positivamente correlata con il prodotto raccolto; la sua influenza su quest’ultimo, nelle condizioni di lavoro esaminate, risulta tuttavia irrilevante, mentre un suo incremento induce, per contro, un sostanziale aumento della perdita in foglie.

Raccolta meccanica dell'uva: uno studio sulle correlazioni tra qualità del lavoro, condizioni operative e trasmissioni di vibrazioni alla pianta

PEZZI, FABIO;BERARDINELLI, ANNACHIARA;BORDINI, FRANCESCO;GIUNCHI, ALESSANDRO;RAGNI, LUIGI
2005

Abstract

Le prestazioni di una raccoglitrice prodotta in Italia, equipaggiata di scuotitore verticale, e le vibrazioni trasmesse alla pianta sono state analizzate al fine di determinare l'influenza delle differenti condizioni operative sulla quantità e qualità del prodotto raccolto e sulla risposta dinamica della pianta. Le prove sono state effettuate su un vigneto a doppia cortina variando la velocità d'avanzamento e la frequenza di scuotimento. Trasduttori piezoelettrici sono stati montati sulla pianta per la misura delle accelerazioni in fase di raccolta. I risultati mostrano che un incremento della velocità d’avanzamento (da 0,69 a 0,83 m/s) non comporta un peggioramento della raccolta. Una più bassa frequenza di scuotimento accresce significativamente la quantità di grappoli interi senza diminuire la quantità di prodotto raccolto. Un minore numero di colpi per metro di cortina inferti dallo scuotitore comporta un decremento significativo della perdita in foglie. Il picco di accelerazione appare non correlato col prodotto raccolto. La differenza di velocità del tralcio (legata all’energia trasmessa ai grappoli) è positivamente correlata con il prodotto raccolto; la sua influenza su quest’ultimo, nelle condizioni di lavoro esaminate, risulta tuttavia irrilevante, mentre un suo incremento induce, per contro, un sostanziale aumento della perdita in foglie.
F. Pezzi; A. Berardinelli; F. Bordini; A. Giunchi; L. Ragni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/14031
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact