Il periodo storico caratterizzato dalla pandemia da Covid-19 segna un momento dove, oltre all’emergenza sanitaria, è emersa l’urgenza di occuparsi della salute mentale individuale e della collettività. L’impatto psicologico della pandemia, che rischia di connotare l’esperienza come traumatica, richiede di ripensare e riorganizzare le capacità di adattamento, in favore della ricerca di nuove strategie e dell’adozione di azioni, individuali e collettive, che promuovano resilienza, supporto e cura, sia nel quotidiano che a lungo termine.

Salute mentale e resilienza: riflessioni in periodo di pandemia

Francesca Agostini
2021

Abstract

Il periodo storico caratterizzato dalla pandemia da Covid-19 segna un momento dove, oltre all’emergenza sanitaria, è emersa l’urgenza di occuparsi della salute mentale individuale e della collettività. L’impatto psicologico della pandemia, che rischia di connotare l’esperienza come traumatica, richiede di ripensare e riorganizzare le capacità di adattamento, in favore della ricerca di nuove strategie e dell’adozione di azioni, individuali e collettive, che promuovano resilienza, supporto e cura, sia nel quotidiano che a lungo termine.
2021
Francesca Agostini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/918726
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact