Punto dolente della privatizzazione del pubblico impiego sono le costanti “resistenze” pubblicistiche a cui la disciplina privatizzata va costantemente incontro anche da parte dei giudici amministrativi che faticano, a volte, a spogliarsi della propri giurisdizione. Il caso oggetto della sentenza commentata è emblematico di queste resistenze, riguardano gli atti di indirizzo dei comitati di settore che si inseriscono a monte della procedura contrattuale collettiva. L’articolo ripercorre in chiave critica l’orientamento espresso dal TAR Lazio e cerca di proporre una corretta ricostruzione della natura giuridica degli atti di indirizzo.

La natura degli atti di indirizzo dei comitati di settore (nota a T.A.R. del Lazio, Sez. I, sentenza 11 novembre 2005, n. 11033)

MENEGATTI, EMANUELE
2005

Abstract

Punto dolente della privatizzazione del pubblico impiego sono le costanti “resistenze” pubblicistiche a cui la disciplina privatizzata va costantemente incontro anche da parte dei giudici amministrativi che faticano, a volte, a spogliarsi della propri giurisdizione. Il caso oggetto della sentenza commentata è emblematico di queste resistenze, riguardano gli atti di indirizzo dei comitati di settore che si inseriscono a monte della procedura contrattuale collettiva. L’articolo ripercorre in chiave critica l’orientamento espresso dal TAR Lazio e cerca di proporre una corretta ricostruzione della natura giuridica degli atti di indirizzo.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/87493
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact