L’ultima parola della Suprema Corte nella vicenda Cultrera