La guerra sui muri: i graffiti del Secondo Conflitto mondiale fra tutela e patrimonializzazione