This paper presents the results of a study conducted on written narratives produced by two fifth-grade primary school classes involved in the project Observing the Interlanguage. The aim was to evaluate the effects of a pedagogical intervention in which the pupils were guided to observe the linguistic-discursive properties of oral speech and written texts (literary texts and texts produced by the students themselves) concerning the use of reported speech. The results show that the narratives written by the children in the experimental classes are more vivid than those written by their peers in the control classes, thanks to the greater use of direct speech. The study demonstrates the effectiveness of pedagogical interventions which give pupils an active role as “little researchers" and involve them in collaborative tasks of ob- servation and manipulation of their own and others’ texts..

L’articolo presenta i risultati di uno studio condotto sulle narrazioni scritte di bambini di due classi quinte della scuola primaria coinvolte nel progetto Osservare l’Interlingua. Lo scopo della ricerca era valutare gli effetti di una sperimentazione educativa incentrata su attività di osservazione delle proprietà linguistico-discorsive di testi orali e scritti (letterari e prodotti dagli alunni stessi) sulle scelte dei bambini in merito all’uso del discorso riportato. I risultati ottenuti, messi a confronto con quelli di due classi di controllo, mostrano che chi ha partecipato alla sperimentazione scrive narrazioni più vivaci, anche perché fa maggiore uso del discorso diretto. Lo studio dimostra quindi l’efficacia di percorsi di educazione linguistica che attribuiscono agli alunni un ruolo attivo, “da piccoli ricercatori”, coinvolgendoli in attività collaborative di osservazione e manipolazione di testi propri e altrui.

Le voci dei personaggi: insegnare l’uso del discorso riportato nella scuola primaria

Claudia Borghetti;Greta Zanoni
2019

Abstract

L’articolo presenta i risultati di uno studio condotto sulle narrazioni scritte di bambini di due classi quinte della scuola primaria coinvolte nel progetto Osservare l’Interlingua. Lo scopo della ricerca era valutare gli effetti di una sperimentazione educativa incentrata su attività di osservazione delle proprietà linguistico-discorsive di testi orali e scritti (letterari e prodotti dagli alunni stessi) sulle scelte dei bambini in merito all’uso del discorso riportato. I risultati ottenuti, messi a confronto con quelli di due classi di controllo, mostrano che chi ha partecipato alla sperimentazione scrive narrazioni più vivaci, anche perché fa maggiore uso del discorso diretto. Lo studio dimostra quindi l’efficacia di percorsi di educazione linguistica che attribuiscono agli alunni un ruolo attivo, “da piccoli ricercatori”, coinvolgendoli in attività collaborative di osservazione e manipolazione di testi propri e altrui.
Claudia Borghetti, Stefania Ferrari, Letizia Lazzaretti, Gabriele Pallotti, Greta Zanoni
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Borghetti et al. 2019.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 975.81 kB
Formato Adobe PDF
975.81 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/741493
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact