I disegni e le fotografie dell’archivio della fornace muranese Seguso Vetri d’Arte custodito presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia ci permettono di ricostruire il processo creativo che porta alla generazione dell’oggetto in vetro e di analizzarlo alla luce del tema – fisico e metaforico – della riflessione. Prendendo in esame, nello specifico, la produzione di pesci di vetro, si studia, da una parte, come nel corso del Novecento siano state adottate tecniche atte a enfatizzare la tridimensionalità dell’ oggetto limitandone riflessione e rifrazione; dall'altra, come in queste creazioni si riflettano, a più livelli, alcune caratteristiche proprie degli esseri viventi. Questa analogia può essere considerata ad un livello figurativo, ma anche, quando si raggiunge un grado di astrazione maggiore, ad un livello più profondo legato all’interazione tra forze, che richiama alcune teorie biologiche della morfogenesi sviluppate negli anni Cinquanta del Novecento, sottolineando l’interdipendenza di forma e materia.

The drawings and photographs preserved in the Seguso Vetri d'Arte archive at the Giorgio Cini Foundation in Venice allow us to reconstruct the creative process that leads to the generation of glass objects and to analyse it in the light of the – physical and metaphorical – theme of reflection. Taking specifically into consideration the production of glass fish, we study, on the one hand, the techniques that have been adopted during the twentieth century to emphasize the three-dimensionality of the object, limiting its reflection and refraction; on the other hand, the features of living beings that are reflected in these creations at different levels. This analogy can be considered at a figurative level, but also at a deeper one, when a greater degree of abstraction is reached, dealing with the interaction of forces, which recalls some biological morphogenetic theories developed in the 1950s, highlighting the interdependence of form and matter.

The drawing of glass at the Seguso Vetri d’Arte furnace: imagining reflections/refractions

Irene Cazzaro
2019

Abstract

I disegni e le fotografie dell’archivio della fornace muranese Seguso Vetri d’Arte custodito presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia ci permettono di ricostruire il processo creativo che porta alla generazione dell’oggetto in vetro e di analizzarlo alla luce del tema – fisico e metaforico – della riflessione. Prendendo in esame, nello specifico, la produzione di pesci di vetro, si studia, da una parte, come nel corso del Novecento siano state adottate tecniche atte a enfatizzare la tridimensionalità dell’ oggetto limitandone riflessione e rifrazione; dall'altra, come in queste creazioni si riflettano, a più livelli, alcune caratteristiche proprie degli esseri viventi. Questa analogia può essere considerata ad un livello figurativo, ma anche, quando si raggiunge un grado di astrazione maggiore, ad un livello più profondo legato all’interazione tra forze, che richiama alcune teorie biologiche della morfogenesi sviluppate negli anni Cinquanta del Novecento, sottolineando l’interdipendenza di forma e materia.
Riflessioni: l'arte del disegno/il disegno dell'arte / Reflections: the art of drawing/the drawing of art
1123
1130
Irene Cazzaro
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/738654
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact