L'approvvigionamento cerealicolo rappresenta un aspetto fondamentale della politica economica del governo bolognese nel XIII secolo. Il notevole aumento della popolazione inurbata, la fama e il successo dell'Università, il forte sviluppo delle attività artigianali e del mercato cittadino indussero il comune felsineo a organizzare un sistema di rifornimento del grano articolato e rigidamente controllato dagli ufficiali pubblici. La crisi frumentaria del 1259, inoltre, portò alla creazione di una magistratura, detta dei Domini bladi, incaricata di gestire l'emergenza. Tale magistratura si trasformò ben presto da straordinaria a ordinaria.

Ravitaillement en céréales et marché urbain à Bologne au XIIIe siècle

Francesca Pucci Donati
2018

Abstract

L'approvvigionamento cerealicolo rappresenta un aspetto fondamentale della politica economica del governo bolognese nel XIII secolo. Il notevole aumento della popolazione inurbata, la fama e il successo dell'Università, il forte sviluppo delle attività artigianali e del mercato cittadino indussero il comune felsineo a organizzare un sistema di rifornimento del grano articolato e rigidamente controllato dagli ufficiali pubblici. La crisi frumentaria del 1259, inoltre, portò alla creazione di una magistratura, detta dei Domini bladi, incaricata di gestire l'emergenza. Tale magistratura si trasformò ben presto da straordinaria a ordinaria.
Approvisionner la ville. Flux alimentaires et circulations urbaines du Moyen Age au XIXe siècle
13
25
Francesca Pucci Donati
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/735970
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact