While the traditional idea of legality faces a significant crisis, the debate upon interconnections among judicial interpretation and balance of constitutional powers acquires relevance. On one hand, the judge is subject to the law. On the other hand, judicial interpretation became essential in order to assess criminal liability. Thus, it is necessary to deeper examine the function exerted by the Italian Supreme Court: the equilibrium between legislator and judge is the one able to ensure supranational guarantees. In this frame, the ‘stare decisis doctrine’ could provide the civil law paradigm with useful indications to understand recent legislative reforms.

In una fase di rilevante difficoltà per il paradigma tradizionale del principio di legalità, si è discusso ampiamente del ruolo dell’interpretazione in relazione all’equilibrio di poteri definito dalla Costituzione. Vero è che il giudice è soggetto soltanto alla legge. Tuttavia, è divenuto impossibile prevedere la effettiva qualificazione giuridica di un fatto se non avendo a mente l’orientamento ermeneutico seguito dalla giurisprudenza di legittimità. Occorre, perciò, indagare l’assetto attuale della funzione nomofilattica giacché solo la sinergia tra legislatore e giudice promette di scongiurare gravi violazioni delle garanzie sovranazionali. Al riguardo, la “cultura del precedente” offre indicazioni di metodo che potrebbero rivelarsi utili, persino in un modello di civil law, quale chiave di lettura delle recenti riforme legislative.

Profili attuali della soggezione del giudice alla “legge” e della vincolatività del precedente

Alessandra Santangelo
2018

Abstract

In una fase di rilevante difficoltà per il paradigma tradizionale del principio di legalità, si è discusso ampiamente del ruolo dell’interpretazione in relazione all’equilibrio di poteri definito dalla Costituzione. Vero è che il giudice è soggetto soltanto alla legge. Tuttavia, è divenuto impossibile prevedere la effettiva qualificazione giuridica di un fatto se non avendo a mente l’orientamento ermeneutico seguito dalla giurisprudenza di legittimità. Occorre, perciò, indagare l’assetto attuale della funzione nomofilattica giacché solo la sinergia tra legislatore e giudice promette di scongiurare gravi violazioni delle garanzie sovranazionali. Al riguardo, la “cultura del precedente” offre indicazioni di metodo che potrebbero rivelarsi utili, persino in un modello di civil law, quale chiave di lettura delle recenti riforme legislative.
Alessandra Santangelo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
A. Santangelo_Profili attuali della soggezione.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale (CCBYNC)
Dimensione 9.77 MB
Formato Adobe PDF
9.77 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/703314
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact