Dal volgare all’universale. Un passaggio nella traiettoria moderna del concetto di interesse