La lettera come strumento di lavoro