Il nesso che si è venuto ad instaurare tra povertà, fame e degradazione dell’ambiente sta diventando di giorno in giorno sempre più visibile. Nonostante la crescita economica globale, in questi ultimi decenni, abbia vissuto uno dei momenti più alti, oltre 1,2 miliardi di persone vivono in condizioni di povertà estrema e poco più di 850 milioni di persone soffrono cronicamente la fame. Per tutto il xx secolo, e i primi anni del xxi ne sono la conferma, l’incremento della produzione alimentare mondiale è stato maggiore di quello, pur elevato, della popolazione per cui è aumentata la produzione pro capite.

Eccedenze e spreco alimentare: i paradossi delle società sviluppate

FALASCONI, LUCA;SEGRE', ANDREA
2008

Abstract

Il nesso che si è venuto ad instaurare tra povertà, fame e degradazione dell’ambiente sta diventando di giorno in giorno sempre più visibile. Nonostante la crescita economica globale, in questi ultimi decenni, abbia vissuto uno dei momenti più alti, oltre 1,2 miliardi di persone vivono in condizioni di povertà estrema e poco più di 850 milioni di persone soffrono cronicamente la fame. Per tutto il xx secolo, e i primi anni del xxi ne sono la conferma, l’incremento della produzione alimentare mondiale è stato maggiore di quello, pur elevato, della popolazione per cui è aumentata la produzione pro capite.
Politiche per lo sviluppo agricolo e la sicurezza alimentare
205
228
L. Falasconi; A. Segrè
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/66016
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact