Dopo aver fornito una panoramica sul diritto alle cure in Italia e sulle asimmetrie che caratterizzano la comunicazione medico-paziente, questo articolo analizza cinque estratti di interazioni autentiche registrate in alcuni presidi della regione Emilia-Romagna. Usando gli strumenti dell’Analisi della Conversazione, vi si mettono a fuoco i diversi livelli di responsabilità comunicativa dei mediatori in momenti in cui si negoziano appuntamenti successivi, con il fine di (a) osservare tutto ciò che non è una traduzione di un turno originale, (b) capire perché il mediatore reagisce in modo diverso rispetto alla traduzione e (c) verificare se questa azione diversa dalla traduzione può essere funzionale alla comunicazione tra l’istituzione sanitaria e il paziente straniero. Diversamente dalla maggior parte degli studi interazionisti, non ci si limita però ad analizzare il parlato del mediatore nei classici incontri triadici, ma si presentano alcune azioni di mediazione che hanno luogo tra un incontro e l’altro, quando il mediatore comunica direttamente con il paziente per negoziare lo spostamento di una ecografia o per accompagnare il paziente ad uno sportello. L’articolo si conclude con una riflessione su bisogni di mediazione che trascendono l’ambito medico e sulla responsabilità di mediatori che devono prendersi cura della comunicazione, agendo non solo sulla base di quello che è giusto o ingiusto stando a codici etici che fanno astrazione del contesto (approccio deontologico), ma anche in base alle conseguenze possibili o probabili delle loro azioni per la comprensione dei partecipanti (approccio teleologico).

La responsabilité du médiateur dans l’accès aux soins des immigrés

NIEMANTS, NATACHA SARAH ALEXANDRA
2016

Abstract

Dopo aver fornito una panoramica sul diritto alle cure in Italia e sulle asimmetrie che caratterizzano la comunicazione medico-paziente, questo articolo analizza cinque estratti di interazioni autentiche registrate in alcuni presidi della regione Emilia-Romagna. Usando gli strumenti dell’Analisi della Conversazione, vi si mettono a fuoco i diversi livelli di responsabilità comunicativa dei mediatori in momenti in cui si negoziano appuntamenti successivi, con il fine di (a) osservare tutto ciò che non è una traduzione di un turno originale, (b) capire perché il mediatore reagisce in modo diverso rispetto alla traduzione e (c) verificare se questa azione diversa dalla traduzione può essere funzionale alla comunicazione tra l’istituzione sanitaria e il paziente straniero. Diversamente dalla maggior parte degli studi interazionisti, non ci si limita però ad analizzare il parlato del mediatore nei classici incontri triadici, ma si presentano alcune azioni di mediazione che hanno luogo tra un incontro e l’altro, quando il mediatore comunica direttamente con il paziente per negoziare lo spostamento di una ecografia o per accompagnare il paziente ad uno sportello. L’articolo si conclude con una riflessione su bisogni di mediazione che trascendono l’ambito medico e sulla responsabilità di mediatori che devono prendersi cura della comunicazione, agendo non solo sulla base di quello che è giusto o ingiusto stando a codici etici che fanno astrazione del contesto (approccio deontologico), ma anche in base alle conseguenze possibili o probabili delle loro azioni per la comprensione dei partecipanti (approccio teleologico).
NIEMANTS, NATACHA SARAH ALEXANDRA
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
NIEMANTS_ELA 1-2016.pdf

accesso riservato

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso riservato
Dimensione 1.55 MB
Formato Adobe PDF
1.55 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Contatta l'autore

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/658809
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact