Questo studio si propone di indagare il racconto della Rivoluzione francese attraverso la forma del romanzo e della costruzione di personaggi, inventati o storicamente esistiti, e ricostruiti attraverso la lente della finzione. A partire dal romanzo Quatre-vingt-treize (1874) di Victor Hugo, l'intento è di incrociare l’analisi della prospettiva storiografica soggiacente al racconto con la costruzione dei diversi personaggi, strumento chiave dell’”immaginazione melodrammatica” (P. Brooks). In questa prospettiva, si vuole riflettere anche sulla messa in figura dei conflitti morali che caratterizzarono l'epoca della Rivoluzione francese e dell'ideologia giacobina durante il Terrore.

Personaggio e Rivoluzione. Robespierre, Danton e gli altri

Emanuela Piga
2015

Abstract

Questo studio si propone di indagare il racconto della Rivoluzione francese attraverso la forma del romanzo e della costruzione di personaggi, inventati o storicamente esistiti, e ricostruiti attraverso la lente della finzione. A partire dal romanzo Quatre-vingt-treize (1874) di Victor Hugo, l'intento è di incrociare l’analisi della prospettiva storiografica soggiacente al racconto con la costruzione dei diversi personaggi, strumento chiave dell’”immaginazione melodrammatica” (P. Brooks). In questa prospettiva, si vuole riflettere anche sulla messa in figura dei conflitti morali che caratterizzarono l'epoca della Rivoluzione francese e dell'ideologia giacobina durante il Terrore.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/628671
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact