La sentenza della High Court keniota che qui si analizza riguarda una questione di straordinaria attualità per il giurista europeo, e segnatamente italiano. Il caso ha ad oggetto, infatti, i diritti di coloro che godono dello status di rifugiato (alla luce del diritto internazionale, delle disposizioni costituzionali e della legislazione ordinaria), nonché le circostanze in base alle quali tale status cessa di esistere.

Chiusura dei campi per i rifugiati e rimpatrio “forzato”: l’Alta Corte del Kenya fa valere il principio del non refoulement

Francesco Biagi
2017

Abstract

La sentenza della High Court keniota che qui si analizza riguarda una questione di straordinaria attualità per il giurista europeo, e segnatamente italiano. Il caso ha ad oggetto, infatti, i diritti di coloro che godono dello status di rifugiato (alla luce del diritto internazionale, delle disposizioni costituzionali e della legislazione ordinaria), nonché le circostanze in base alle quali tale status cessa di esistere.
Francesco Biagi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/623074
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact