In questo articolo viene esaminata la figura poliedrica dell’onagro (gur), una sorta di asino selvatico, dapprima nelle lettere persiane medievali, in particolare in cinque poemi narrativi, quindi in una raccolta di fiabe (nota anche in Europa in traduzione francese), e infine ne La pelle di Zigrino di Balzac. L’Autrice approfondisce attraverso le sette opere esaminate diverse funzioni come quelle dell’animale guida, l’animale coadiuvante, l’animale oracolo della morte, mettendo soprattutto in evidenza le metamorfosi dell’onagro in direzione di entità ora demoniache ora angeliche, in ogni caso rappresentative del Destino che inesorabile va incontro al protagonista.

Le metamorfosi dell’onagro (gur) dalle lettere persiane medievali a Balzac

Nahid Norozi
2017

Abstract

In questo articolo viene esaminata la figura poliedrica dell’onagro (gur), una sorta di asino selvatico, dapprima nelle lettere persiane medievali, in particolare in cinque poemi narrativi, quindi in una raccolta di fiabe (nota anche in Europa in traduzione francese), e infine ne La pelle di Zigrino di Balzac. L’Autrice approfondisce attraverso le sette opere esaminate diverse funzioni come quelle dell’animale guida, l’animale coadiuvante, l’animale oracolo della morte, mettendo soprattutto in evidenza le metamorfosi dell’onagro in direzione di entità ora demoniache ora angeliche, in ogni caso rappresentative del Destino che inesorabile va incontro al protagonista.
Nahid Norozi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/622980
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact