L'articolo analizza dal punto di vista socio-giuridico il complesso rapporto tra regola confessionale e dimensione lavorativa nell'era della globalizzazione con uno sguardo al ruolo della contrattazione collettiva come "camera di compensazione" e composizione delle richieste dei "nuovi" lavoratori (i migranti islamici in particolare) con i loro bisogni religiosi da armonizzare con le esigenze di organizzazione della produzione da parte dei datori.

Dimensione lavorativa e fattore religioso

DE OTO, ANTONELLO
2008

Abstract

L'articolo analizza dal punto di vista socio-giuridico il complesso rapporto tra regola confessionale e dimensione lavorativa nell'era della globalizzazione con uno sguardo al ruolo della contrattazione collettiva come "camera di compensazione" e composizione delle richieste dei "nuovi" lavoratori (i migranti islamici in particolare) con i loro bisogni religiosi da armonizzare con le esigenze di organizzazione della produzione da parte dei datori.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/61510
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact