Il contributo ha ad oggetto lo studio delle clausole statutarie che introducono speciali maggioranze rafforzate per l'adozione di determinate deliberazioni assembleari (clausole c.d. di salvaguardia). Prendendo spunto da una recente sentenza della Corte di Cassazione sul tema, si discute dell'ammissibilità di tali clausole e delle maggioranze richieste per la loro modifica o eliminazione. Il contributo conclude con alcune riflessioni sui principi che governano l'interpretazione degli statuti della società per azioni, alla luce di quanto stabilito dalla Cassazione.

Clausole statutarie "di salvaguardia" e principi di interpretazione dello statuto

GILOTTA, SERGIO
2017

Abstract

Il contributo ha ad oggetto lo studio delle clausole statutarie che introducono speciali maggioranze rafforzate per l'adozione di determinate deliberazioni assembleari (clausole c.d. di salvaguardia). Prendendo spunto da una recente sentenza della Corte di Cassazione sul tema, si discute dell'ammissibilità di tali clausole e delle maggioranze richieste per la loro modifica o eliminazione. Il contributo conclude con alcune riflessioni sui principi che governano l'interpretazione degli statuti della società per azioni, alla luce di quanto stabilito dalla Cassazione.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/605406
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact