La corporazione dei pescivendoli a Bologna fu importante sin dal XIII secolo. Alla fine del medioevo e nella prima età moderna essi avevano le botteghe nel cuore della città, un'area commerciale chiamata ancora oggi Mercato di Mezzo. Le pescherie erano chiamate buse in quanto si trattava di vere e proprie cantine. A partire dal Quattrocento le buse furono acquistate e gestite dall'Ospedale di S. Maria della Vita, che le dava in affitto ai venditori di pesce. Le dinamiche fra i pescivendoli, l'Ospedale e il governo cittadino indebolirono non poco la corporazione stessa dei pescivendoli in età moderna.

Aliments à vendre. Buse et vendeurs de poissons (Bologne, XVIe siècle)

PUCCI DONATI, FRANCESCA
2018

Abstract

La corporazione dei pescivendoli a Bologna fu importante sin dal XIII secolo. Alla fine del medioevo e nella prima età moderna essi avevano le botteghe nel cuore della città, un'area commerciale chiamata ancora oggi Mercato di Mezzo. Le pescherie erano chiamate buse in quanto si trattava di vere e proprie cantine. A partire dal Quattrocento le buse furono acquistate e gestite dall'Ospedale di S. Maria della Vita, che le dava in affitto ai venditori di pesce. Le dinamiche fra i pescivendoli, l'Ospedale e il governo cittadino indebolirono non poco la corporazione stessa dei pescivendoli in età moderna.
Les métiers de bouche à l'époque moderne
99
108
Pucci Donati F
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/595825
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact