The present study investigated the relationships between the welfare of pigs (on farm, during transport and before slaughtering) and the quality of the derived meat. The experimental trial was carried out on 44 slaughtering batches of heavy pigs, coming from 11 farms located in Emilia Romagna and randomly selected. Animal welfare was assessed by the Research Centre on Animal Production (Italian initials CRPA) of Reggio Emilia, according to a welfare assessment protocol they have implemented. According to this protocol, each farm was scored for the Farm Welfare Index (Italian initials IBA), and each slaughtering batch was scored for the Transport and pre-Slaughter Welfare Index (Italian initials IBTM). Blood samples were collected upon exsanguination from 440 pigs (10 per slaughtering batch). Cortisol, creatinkinase (CK) and aldolase concentrations were analyzed on plasma. Loin samples were collected from the same animals, and used for meat quality evaluations (pH, instrumental colour, water holding capacity, shear force). The results of the statistical analysis underlined that an increase in welfare level had a positive effect on meat quality; transport and pre-slaughtering procedures had the most important effects, whereas the level of welfare on farm had a lower effect. The critical points observed in this study were represented by the increase in journey duration and the mixing of pigs from different social groups during transport and lairage.

Scopo della presente ricerca è stato quello d’indagare le relazioni esistenti fra il benessere degli animali durante le fasi di allevamento e trasporto e la qualità delle carni da essi ottenute. La sperimentazione è stata condotta su 44 partite di suini pesanti provenienti da 11 allevamenti siti in Emilia Romagna e selezionati casualmente. Il benessere animale è stato valutato dal Centro Ricerche e Produzioni Animali (CRPA) di Reggio-Emilia attraverso un sistema da loro implementato: per ogni allevamento è stato calcolato l’Indice di Benessere dell’Allevamento (IBA) e per ogni partita di macellazione l’Indice di Benessere del Trasporto e della pre-Macellazione (IBTM). Da 440 animali (10 per partita) è stato prelevato un campione di sangue alla giugulazione su cui sono state determinate le concentrazioni di creatinchinasi (CK), aldolasi e cortisolo. Dai medesimi animali sono stati poi prelevati campioni di lombo su cui sono stati misurati pH, colore strumentale, potere di ritenzione idrica e resistenza al taglio. I risultati dell’analisi statistica hanno evidenziato che il miglioramento del benessere influenza in positivo la qualità della carne: in tal senso l’effetto più importante non è dovuto alle condizioni d’allevamento, bensì a quelle di trasporto e macellazione. Nello specifico i punti critici individuati dal nostro studio sono rappresentati dal prolungamento del tempo di trasporto e dalla commistione di animali provenienti da gruppi sociali diversi.

Allevamento e macellazione del suino pesante: correlazione tra la qualità della carne e il grado di benessere (Correlation between meat quality and welfare level: the case of italian heavy pigs)

NANNONI, ELEONORA;SARDI, LUCA;
2017

Abstract

Scopo della presente ricerca è stato quello d’indagare le relazioni esistenti fra il benessere degli animali durante le fasi di allevamento e trasporto e la qualità delle carni da essi ottenute. La sperimentazione è stata condotta su 44 partite di suini pesanti provenienti da 11 allevamenti siti in Emilia Romagna e selezionati casualmente. Il benessere animale è stato valutato dal Centro Ricerche e Produzioni Animali (CRPA) di Reggio-Emilia attraverso un sistema da loro implementato: per ogni allevamento è stato calcolato l’Indice di Benessere dell’Allevamento (IBA) e per ogni partita di macellazione l’Indice di Benessere del Trasporto e della pre-Macellazione (IBTM). Da 440 animali (10 per partita) è stato prelevato un campione di sangue alla giugulazione su cui sono state determinate le concentrazioni di creatinchinasi (CK), aldolasi e cortisolo. Dai medesimi animali sono stati poi prelevati campioni di lombo su cui sono stati misurati pH, colore strumentale, potere di ritenzione idrica e resistenza al taglio. I risultati dell’analisi statistica hanno evidenziato che il miglioramento del benessere influenza in positivo la qualità della carne: in tal senso l’effetto più importante non è dovuto alle condizioni d’allevamento, bensì a quelle di trasporto e macellazione. Nello specifico i punti critici individuati dal nostro studio sono rappresentati dal prolungamento del tempo di trasporto e dalla commistione di animali provenienti da gruppi sociali diversi.
Atti XLIII Meeting Annuale della Società Italiana di Patologia ed Allevamento dei Suini (S.I.P.A.S.)
237
251
Bacchi, R.; Nannoni, E.; Sardi, L.; Bertolini, A.; Borciani, M.; Gastaldo, A.; Gorlani, E.; Rossi, A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/582759
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact