La recensione prende in esame il saggio narrativo di una delle più importanti autrici per l’infanzia italiane: il suo romanzo “Piccolo Elfo” è stato infatti tradotto in 12 lingue. Nel saggio Silvana De Mari analizza le ragioni della fantasia e dell’immaginazione infantile (ma non solo), ponendole in rapporto con i temi perenni della crescita e della riflessione pedagogica, quali il dolore, la discriminazione, gli affetti. La recensione pone in luce le modalità di indagine adottate dall’autrice per la propria ricerca sulla narrativa e sul significato dell’esperienza umana.

Il drago come realtà. I significati storici e metaforici della letteratura fantastica

GRANDI, WILLIAM
2007

Abstract

La recensione prende in esame il saggio narrativo di una delle più importanti autrici per l’infanzia italiane: il suo romanzo “Piccolo Elfo” è stato infatti tradotto in 12 lingue. Nel saggio Silvana De Mari analizza le ragioni della fantasia e dell’immaginazione infantile (ma non solo), ponendole in rapporto con i temi perenni della crescita e della riflessione pedagogica, quali il dolore, la discriminazione, gli affetti. La recensione pone in luce le modalità di indagine adottate dall’autrice per la propria ricerca sulla narrativa e sul significato dell’esperienza umana.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/56168
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact