Stevia rebaudiana Bertoni è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteracee (Compositae), nativa delle regioni subtropicali del Brasile e del Paraguay. Fin dai tempi più antichi le sue foglie sono state impiegate dalle popolazioni native in virtù del loro potere dolcificante. Questa caratteristica ha sollevato l’interesse dei nutrizionisti e dell’industria, sempre alla ricerca di nuovi dolcificanti naturali, privi di potere calorico e alternativo al saccarosio. Tale esigenza è da imputarsi al preoccupante aumento di diabete mellito di tipo 2 e obesità, sia nei paesi industrializzati sia in quelli in via di sviluppo, che costituisce attualmente il principale problema di sanità pubblica a livello mondiale. Oltre al potere dolcificante, i glicosidi estratti dalla Stevia rebaudiana Bertoni possiedono diversi effetti benefici sulla salute umana, tra i quali i più interessanti sono quelli anti-iperglicemici, insulinotropici ed insulino-simili, che li rendono potenziali coadiuvanti nel trattamento del diabete mellito e dei dismetabolismi ad esso associati. Studi in vivo sia su animali che su volontari umani hanno dimostrato che i glicosidi della Stevia non sono genotossici né carcinogenici, pertanto la Food and Drug Administration statunitense (FDA) e l’Ente Europeo per la Sicurezza Alimentare (EFSA) hanno autorizzato l’uso dei glicosidi della Stevia come dolcificanti commerciali e additivi alimentari. La dose giornaliera consentita è stata stabilita a 4 mg/Kg di peso. Lo scopo di questa ricerca è stato quello di studiare il meccanismo molecolare sotteso agli effetti esercitati dai glicosidi della Stevia sul metabolismo del glucosio. A tal fine è stato valutato l’effetto di alcuni estratti commerciali di Stevia sull’attività di trasporto di glucosio in diverse linee cellulari, confrontandolo con quello dell’insulina per validarne l’attività come nutraceutico ad azione ipoglicemizzante

I glicosidi della Stevia come nutraceutici ad effetto insulino simile / Fiorentini, D.; Prata, C.; Zambonin, L.; Maraldi, T.; Hrelia, S.. - In: PHARMANUTRITION AND FUNCTIONAL FOODS. - ISSN 2499-7196. - STAMPA. - 1:1(2016), pp. 18-22.

I glicosidi della Stevia come nutraceutici ad effetto insulino simile

FIORENTINI, DIANA;PRATA, CECILIA;ZAMBONIN, LAURA;HRELIA, SILVANA
2016

Abstract

Stevia rebaudiana Bertoni è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Asteracee (Compositae), nativa delle regioni subtropicali del Brasile e del Paraguay. Fin dai tempi più antichi le sue foglie sono state impiegate dalle popolazioni native in virtù del loro potere dolcificante. Questa caratteristica ha sollevato l’interesse dei nutrizionisti e dell’industria, sempre alla ricerca di nuovi dolcificanti naturali, privi di potere calorico e alternativo al saccarosio. Tale esigenza è da imputarsi al preoccupante aumento di diabete mellito di tipo 2 e obesità, sia nei paesi industrializzati sia in quelli in via di sviluppo, che costituisce attualmente il principale problema di sanità pubblica a livello mondiale. Oltre al potere dolcificante, i glicosidi estratti dalla Stevia rebaudiana Bertoni possiedono diversi effetti benefici sulla salute umana, tra i quali i più interessanti sono quelli anti-iperglicemici, insulinotropici ed insulino-simili, che li rendono potenziali coadiuvanti nel trattamento del diabete mellito e dei dismetabolismi ad esso associati. Studi in vivo sia su animali che su volontari umani hanno dimostrato che i glicosidi della Stevia non sono genotossici né carcinogenici, pertanto la Food and Drug Administration statunitense (FDA) e l’Ente Europeo per la Sicurezza Alimentare (EFSA) hanno autorizzato l’uso dei glicosidi della Stevia come dolcificanti commerciali e additivi alimentari. La dose giornaliera consentita è stata stabilita a 4 mg/Kg di peso. Lo scopo di questa ricerca è stato quello di studiare il meccanismo molecolare sotteso agli effetti esercitati dai glicosidi della Stevia sul metabolismo del glucosio. A tal fine è stato valutato l’effetto di alcuni estratti commerciali di Stevia sull’attività di trasporto di glucosio in diverse linee cellulari, confrontandolo con quello dell’insulina per validarne l’attività come nutraceutico ad azione ipoglicemizzante
2016
I glicosidi della Stevia come nutraceutici ad effetto insulino simile / Fiorentini, D.; Prata, C.; Zambonin, L.; Maraldi, T.; Hrelia, S.. - In: PHARMANUTRITION AND FUNCTIONAL FOODS. - ISSN 2499-7196. - STAMPA. - 1:1(2016), pp. 18-22.
Fiorentini, D.; Prata, C.; Zambonin, L.; Maraldi, T.; Hrelia, S.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/560517
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact