Il sempre crescente interesse verso i Beni Culturali suscita molteplici problematiche inerenti la salvaguardia e la diagnosi del loro stato di conservazione. In questo ambito, lo studio delle caratteristiche, quali ad esempio le proprietà capillari delle rocce sedimentarie, ricopre un’importanza cruciale non solo per studiare lo stato di conservazione ma anche per fornire utili indicazioni sulle possibili tecniche e sui materiali da utilizzare negli eventuali trattamenti di protezione e restauro. Al fine di ottenere approfondite informazioni sulle proprietà capillari, il presente lavoro propone un metodo matematico utile nello studio della cinetica di assorbimento capillare. Lo studio è stato condotto su una roccia sedimentaria particolarmente omogenea, la Pietra di Lecce, analizzando le immagini del campione, acquisite mediante la tecnica di imaging NMR (Nuclear Magnetic Resonance, MRI). Il rumore presente nelle immagini è stato ridotto grazie all’utilizzo delle trasformate wavelet. Le immagini elaborate e ricostruite tramite un algoritmo che implementa la trasformata DWT forniscono utili informazioni per la caratterizzazione della cinetica di assorbimento dell’acqua.

Applicazione di trasformate wavelet per la riduzione del rumore nelle immagini NMR di rocce sedimentarie

BORTOLOTTI, VILLIAM;FANTAZZINI, PAOLA;GOMBIA, MIRKO;
2007

Abstract

Il sempre crescente interesse verso i Beni Culturali suscita molteplici problematiche inerenti la salvaguardia e la diagnosi del loro stato di conservazione. In questo ambito, lo studio delle caratteristiche, quali ad esempio le proprietà capillari delle rocce sedimentarie, ricopre un’importanza cruciale non solo per studiare lo stato di conservazione ma anche per fornire utili indicazioni sulle possibili tecniche e sui materiali da utilizzare negli eventuali trattamenti di protezione e restauro. Al fine di ottenere approfondite informazioni sulle proprietà capillari, il presente lavoro propone un metodo matematico utile nello studio della cinetica di assorbimento capillare. Lo studio è stato condotto su una roccia sedimentaria particolarmente omogenea, la Pietra di Lecce, analizzando le immagini del campione, acquisite mediante la tecnica di imaging NMR (Nuclear Magnetic Resonance, MRI). Il rumore presente nelle immagini è stato ridotto grazie all’utilizzo delle trasformate wavelet. Le immagini elaborate e ricostruite tramite un algoritmo che implementa la trasformata DWT forniscono utili informazioni per la caratterizzazione della cinetica di assorbimento dell’acqua.
Tecniche di analisi di materiali nei Beni Culturali
70
76
R. Barraco; V. Bortolotti; M. Brai; P. Fantazzini; M. Gombia; T. Schillaci
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/55948
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact