Nell’articolo viene richiamata la realtà della scuola in El Salvador. L’inclusione va vista come principale chiave educativa attraverso la quale potenziare la qualità complessiva del sistema educativo: l’educazione inclusiva non può occuparsi solo delle questioni inerenti all’insegnamento e all’apprendimento, ma deve anche esplorare le teorie e le ideologie che indirizzano le azioni degli insegnanti e deve tenere conto delle problematiche relative a cosa sia l’educazione e quali siano i suoi presupposti fondamentali. Va richiamato l’ICF – International Classification of Functioning, Disability and Health dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO, 2001), evidenziando i seguenti aspetti: importanza dei contesti educativi inclusivi; porre come centrale il concetto di interazione tra soggetto e ambiente; ritenere l’interazione delle caratteristiche della salute e dei fattori contestuali come fattore di produzione o meno di handicap (i fattori contestuali contribuiscono a migliorare il funzionamento della persona o ad aumentare le difficoltà ponendosi come barriere).

La promozione dell’inclusione e l’impegno «cooperativo» / Caldin, Roberta. - In: L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE. - ISSN 1720-996X. - STAMPA. - 14:3(2015), pp. 231-242.

La promozione dell’inclusione e l’impegno «cooperativo»

CALDIN, ROBERTA
2015

Abstract

Nell’articolo viene richiamata la realtà della scuola in El Salvador. L’inclusione va vista come principale chiave educativa attraverso la quale potenziare la qualità complessiva del sistema educativo: l’educazione inclusiva non può occuparsi solo delle questioni inerenti all’insegnamento e all’apprendimento, ma deve anche esplorare le teorie e le ideologie che indirizzano le azioni degli insegnanti e deve tenere conto delle problematiche relative a cosa sia l’educazione e quali siano i suoi presupposti fondamentali. Va richiamato l’ICF – International Classification of Functioning, Disability and Health dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO, 2001), evidenziando i seguenti aspetti: importanza dei contesti educativi inclusivi; porre come centrale il concetto di interazione tra soggetto e ambiente; ritenere l’interazione delle caratteristiche della salute e dei fattori contestuali come fattore di produzione o meno di handicap (i fattori contestuali contribuiscono a migliorare il funzionamento della persona o ad aumentare le difficoltà ponendosi come barriere).
2015
La promozione dell’inclusione e l’impegno «cooperativo» / Caldin, Roberta. - In: L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE. - ISSN 1720-996X. - STAMPA. - 14:3(2015), pp. 231-242.
Caldin, Roberta
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
cMONO_2-Caldin_ISS_14-3.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo editato
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CCBYNCND)
Dimensione 100.3 kB
Formato Adobe PDF
100.3 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/531358
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact