Una nuova frontiera per i diritti esistenziali: gli esseri animali