A proposito di una recente introduzione a Omero