L'interesse di Pavese per la letteratura greca classica risale quanto meno al periodo del confino a Brancaleone Calabro. Alcune sue prove di traduzione da Saffo e Ibico vengono travasate in una lettera alla sorella Maria, insieme con una breve citazione da Iliade III. Ma nell'edizione einaudiana sono presenti alcuni refusi.

"Elena λευκώλενος": citazioni omeriche nelle lettere dal confino di Cesare Pavese

CAVALLINI, ELEONORA
2012

Abstract

L'interesse di Pavese per la letteratura greca classica risale quanto meno al periodo del confino a Brancaleone Calabro. Alcune sue prove di traduzione da Saffo e Ibico vengono travasate in una lettera alla sorella Maria, insieme con una breve citazione da Iliade III. Ma nell'edizione einaudiana sono presenti alcuni refusi.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/479380
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact