Indagare le "migrazioni" di un simbolo quale quello dell'aquila bicipite, proprio dell'Impero Romano d'Oriente in generale o della famiglia regnante dei Paleologi in particolare, permette di ottenere interessanti ed originali contributi per lo studio della evoluzione dei rapporti ideologici e politici tra le due metà del Mediterraneo tra i secoli XIV-XVI, oltre al lascito culturale della ideologia politica romano-orientale in Occidente.

L’aquila bicipite, simbolo della βασιλεία dei Romani tra Oriente e Occidente (secoli XIII-XVI)

VESPIGNANI, GIORGIO
2006

Abstract

Indagare le "migrazioni" di un simbolo quale quello dell'aquila bicipite, proprio dell'Impero Romano d'Oriente in generale o della famiglia regnante dei Paleologi in particolare, permette di ottenere interessanti ed originali contributi per lo studio della evoluzione dei rapporti ideologici e politici tra le due metà del Mediterraneo tra i secoli XIV-XVI, oltre al lascito culturale della ideologia politica romano-orientale in Occidente.
G. Vespignani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/34404
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact