La scelta degli strumenti di gestione dei servizi pubblici: il delicato “equilibrismo” tra vincoli di spesa, esigenze di continuità ed effettività dell’autonomia locale