In italiano antico la struttura correlativa ipotattica "sì... che" codifica una relazione consecutiva (cioè, causale intensificata) tra i contenuti di una frase sovraordinata e della sua subordinata posposta, mentre nell’italiano contemporaneo il connettore avverbiale anaforico "sicché" esprime una più ‘semplice’ relazione causale tra il contenuto della frase in cui compare e quello di una frase o di un frammento testuale precedente. Il contributo intende mostrare come questo sviluppo possa essere inquadrato nella teoria della Grammaticalizzazione, in particolare per i parametri dell’indebolimento semantico e della decategorializzazione con perdita di autonomia sintattica.

La grammaticalizzazione dal "sì… che" consecutivo italiano antico al "sicché" causale contemporaneo

MAZZOLENI, MARCO
2016

Abstract

In italiano antico la struttura correlativa ipotattica "sì... che" codifica una relazione consecutiva (cioè, causale intensificata) tra i contenuti di una frase sovraordinata e della sua subordinata posposta, mentre nell’italiano contemporaneo il connettore avverbiale anaforico "sicché" esprime una più ‘semplice’ relazione causale tra il contenuto della frase in cui compare e quello di una frase o di un frammento testuale precedente. Il contributo intende mostrare come questo sviluppo possa essere inquadrato nella teoria della Grammaticalizzazione, in particolare per i parametri dell’indebolimento semantico e della decategorializzazione con perdita di autonomia sintattica.
Actes du XXVIIe Congrès international de linguistique et de philologie romanes (Nancy, 15-20 juillet 2013). Section 4: Syntaxe
303
312
Mazzoleni, Marco
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CILPR-2013-4-Mazzoleni.pdf

embargo fino al 31/12/2021

Descrizione: Testo dell'articolo pubblicato negli Atti online completo dei metadati ufficiali
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CCBYNCND)
Dimensione 171.93 kB
Formato Adobe PDF
171.93 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/246680
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact