La voce e il vero. Dante, Bologna e le vie della parola