Dallo zucchino d'oro al "funerale" dell'agricoltura