Il sistema elettrico italiano si trova da qualche anno in una delicata fase di transizione, in virtù delle scelte di politica energetica effettuate nel recente passato e del processo di liberalizzazione del mercato dell’energia. In tale contesto, eventi come i black-out occorsi nel 2003 hanno posto all’attenzione dell’opinione pubblica, e non solo degli addetti ai lavori, il “problema energia”, evidenziando i punti deboli del nostro sistema di approvvigionamento energetico, come la forte dipendenza di materie prime dai mercati esteri (nell’ultimo periodo stabilmente superiore all’80 %), nonché l’intrinseca debolezza del nostro sistema di generazione e trasmissione dell’energia, affidato ad un parco centrali relativamente obsoleto ed a linee di trasmissione ed interconnessione non pienamente rispondenti alle esigenze. Con la presente trattazione si intende quindi portare un contributo al dibattito sulla politica energetica italiana: dopo ampia analisi, anche di natura tecnica, sugli accadimenti che hanno portato ai black-out (in particolare a quello occorso in data 28/9/03), si vuole sintetizzare, in un unico contesto, l’apporto di opinioni e interpretazioni diverse su soluzioni, possibili scelte future di politica energetica e relative implicazioni, anche con riferimento al medio e lungo periodo temporale.

I black-out e l'intrinseca debolezza del sistema elettrico italiano

FABIANI, DAVIDE;MAZZANTI, GIOVANNI;BISERNI, CESARE
2005

Abstract

Il sistema elettrico italiano si trova da qualche anno in una delicata fase di transizione, in virtù delle scelte di politica energetica effettuate nel recente passato e del processo di liberalizzazione del mercato dell’energia. In tale contesto, eventi come i black-out occorsi nel 2003 hanno posto all’attenzione dell’opinione pubblica, e non solo degli addetti ai lavori, il “problema energia”, evidenziando i punti deboli del nostro sistema di approvvigionamento energetico, come la forte dipendenza di materie prime dai mercati esteri (nell’ultimo periodo stabilmente superiore all’80 %), nonché l’intrinseca debolezza del nostro sistema di generazione e trasmissione dell’energia, affidato ad un parco centrali relativamente obsoleto ed a linee di trasmissione ed interconnessione non pienamente rispondenti alle esigenze. Con la presente trattazione si intende quindi portare un contributo al dibattito sulla politica energetica italiana: dopo ampia analisi, anche di natura tecnica, sugli accadimenti che hanno portato ai black-out (in particolare a quello occorso in data 28/9/03), si vuole sintetizzare, in un unico contesto, l’apporto di opinioni e interpretazioni diverse su soluzioni, possibili scelte future di politica energetica e relative implicazioni, anche con riferimento al medio e lungo periodo temporale.
Atti della Conferenza Nazionale sulla Politica Energetica in Italia
1
5
Fabiani D.; Mazzanti G.; Biserni C.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/127691
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact