La creazione del valore rimane, anche nelle economie moderne, l’obiettivo fondante di ogni azienda. Le logiche della sua creazione sono tuttavia profondamente mutate, parallelamente all’aumento dell’importanza delle variabili esterne nella vita e nel governo delle aziende. La tradizionale visione “autocentrica” ha lasciato il posto a quella, più complessa, di sistema, che comporta inevitabilmente l’attivazione di rapporti di collaborazione e di co-produzione fra le imprese. La competizione sui mercati avviene perciò tra sistemi integrati di imprese, al punto che l’estensione delle forme di cooperazione e di integrazione ha portato al superamento dei tradizionali rapporti conflittuali tra clienti e fornitori. La prospettiva sistemica è comune a tutti i comparti. Essa assume tuttavia la sua più ampia estensione in quello agroalimentare, dove le esigenze di tracciabilità, di certificazione della qualità, di tutela della salute e dell’ambiente, oltre alla diffusione di produzioni tipiche o biologiche, non possono prescindere da un’organizzazione d’insieme. La disponibilità di modelli di riferimento in grado di valutare la performance di aziende, o di gruppi di aziende, operanti in sistemi di produzione integrati e dinamici, è di fatto un’esigenza sentita sia dai decisori pubblici, per la programmazione e per il governo degli interventi nel settore in un’ottica sistemica, sia dal mondo imprenditoriale, che solo attraverso la conoscenza dell’ambiente esterno è in grado di gestire compiutamente il trade-off tra competizione e cooperazione. Questo studio propone un modello utile per la valutazione della competitività e della dinamica del valore nella filiera del vino, nel suo complesso, e nelle imprese che operano al suo interno.

La creazione del valore nelle filiere viticole-enologiche. Il caso delle imprese emiliano-romagnole

GHELFI, RINO
2009

Abstract

La creazione del valore rimane, anche nelle economie moderne, l’obiettivo fondante di ogni azienda. Le logiche della sua creazione sono tuttavia profondamente mutate, parallelamente all’aumento dell’importanza delle variabili esterne nella vita e nel governo delle aziende. La tradizionale visione “autocentrica” ha lasciato il posto a quella, più complessa, di sistema, che comporta inevitabilmente l’attivazione di rapporti di collaborazione e di co-produzione fra le imprese. La competizione sui mercati avviene perciò tra sistemi integrati di imprese, al punto che l’estensione delle forme di cooperazione e di integrazione ha portato al superamento dei tradizionali rapporti conflittuali tra clienti e fornitori. La prospettiva sistemica è comune a tutti i comparti. Essa assume tuttavia la sua più ampia estensione in quello agroalimentare, dove le esigenze di tracciabilità, di certificazione della qualità, di tutela della salute e dell’ambiente, oltre alla diffusione di produzioni tipiche o biologiche, non possono prescindere da un’organizzazione d’insieme. La disponibilità di modelli di riferimento in grado di valutare la performance di aziende, o di gruppi di aziende, operanti in sistemi di produzione integrati e dinamici, è di fatto un’esigenza sentita sia dai decisori pubblici, per la programmazione e per il governo degli interventi nel settore in un’ottica sistemica, sia dal mondo imprenditoriale, che solo attraverso la conoscenza dell’ambiente esterno è in grado di gestire compiutamente il trade-off tra competizione e cooperazione. Questo studio propone un modello utile per la valutazione della competitività e della dinamica del valore nella filiera del vino, nel suo complesso, e nelle imprese che operano al suo interno.
Tornata Dozza. La Vitivinicoltura in Romagna
65
76
Ghelfi R.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/99536
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact