Spesso si utilizza il termine “pubblica amministrazione” per individuare il soggetto responsabile della erogazione di servizi che rispondono a bisogni pubblici di un determinato territorio. Tuttavia, come è noto, non esiste un unico soggetto, bensì una pluralità di organizzazioni di vario tipo, pubbliche e private, che intervengono contemporaneamente, e a vario titolo, per soddisfare le esigenze della comunità amministrata. L’interesse per questa dimensione ‘esterna’ della pubblica amministrazione trova riscontro anche in ambito accademico nazionale ed internazionale dove, in tempi relativamente recenti, la comunità scientifica ha iniziato a focalizzare la propria prospettiva di analisi sulla cosiddetta “new public governance”. Con tale termine si enfatizza una delle peculiarità distintive delle amministrazioni pubbliche, cioè quella di far parte di un network di aziende, pubbliche e private, che, nell’insieme, realizzano politiche i cui obiettivi sono tesi al soddisfacimento del bene comune. Il presente lavoro espone una proposta di Bilancio Consolidato Territoriale, di livello provinciale, volto ad offrire un quadro complessivo dei conti, delle attività e degli impatti sociali della “pubblica amministrazione locale” che è delineata in maniera tale da comprendere sia gli enti territoriali sia le loro società controllate. Lo scopo è quello di presentare alcune soluzioni di carattere tecnico-strumentale che possono essere adottate per rispondere a tali nuove esigenze informative.

La rendicontazione territoriale in ottica di network governance: il Bilancio Consolidato Territoriale Provinciale

FARNETI, GIUSEPPE;PADOVANI, EMANUELE
2010

Abstract

Spesso si utilizza il termine “pubblica amministrazione” per individuare il soggetto responsabile della erogazione di servizi che rispondono a bisogni pubblici di un determinato territorio. Tuttavia, come è noto, non esiste un unico soggetto, bensì una pluralità di organizzazioni di vario tipo, pubbliche e private, che intervengono contemporaneamente, e a vario titolo, per soddisfare le esigenze della comunità amministrata. L’interesse per questa dimensione ‘esterna’ della pubblica amministrazione trova riscontro anche in ambito accademico nazionale ed internazionale dove, in tempi relativamente recenti, la comunità scientifica ha iniziato a focalizzare la propria prospettiva di analisi sulla cosiddetta “new public governance”. Con tale termine si enfatizza una delle peculiarità distintive delle amministrazioni pubbliche, cioè quella di far parte di un network di aziende, pubbliche e private, che, nell’insieme, realizzano politiche i cui obiettivi sono tesi al soddisfacimento del bene comune. Il presente lavoro espone una proposta di Bilancio Consolidato Territoriale, di livello provinciale, volto ad offrire un quadro complessivo dei conti, delle attività e degli impatti sociali della “pubblica amministrazione locale” che è delineata in maniera tale da comprendere sia gli enti territoriali sia le loro società controllate. Lo scopo è quello di presentare alcune soluzioni di carattere tecnico-strumentale che possono essere adottate per rispondere a tali nuove esigenze informative.
Farneti G.; Padovani E.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/99083
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact