La tendinopatia inserzionale prossimale rotulea è una patologia di comune riscontro in pratica clinica; in alcuni casi, tuttavia, refrattaria ai trattamenti conservativi, come la fisiocinesiterapia e la terapia strumentale. L’uso dei fattori di crescita di derivazione piastrinica per stimolare la rigenerazione tissutale, in associazione con un adeguato protocollo di riabilitazione, rappresenta un nuovo promettente approccio mininvasivo per questa patologia. Uno studio indaga l’efficacia di questa metodica nella gestione della tendinopatia rotulea refrattaria ai trattamenti tradizionali

Doppio protocollo

KON, ELIZAVETA;FILARDO, GIUSEPPE;Di Matteo B.;DI MARTINO, ALESSANDRO;MARCACCI, MAURILIO
2010

Abstract

La tendinopatia inserzionale prossimale rotulea è una patologia di comune riscontro in pratica clinica; in alcuni casi, tuttavia, refrattaria ai trattamenti conservativi, come la fisiocinesiterapia e la terapia strumentale. L’uso dei fattori di crescita di derivazione piastrinica per stimolare la rigenerazione tissutale, in associazione con un adeguato protocollo di riabilitazione, rappresenta un nuovo promettente approccio mininvasivo per questa patologia. Uno studio indaga l’efficacia di questa metodica nella gestione della tendinopatia rotulea refrattaria ai trattamenti tradizionali
Kon E.; Filardo G.; Di Matteo B.; D'Orazio L.; Di Martino A.; Patella S.; Marcacci M.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/98087
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact