Il tràdito Tithonusque fa difficoltà per l’interpretazione del passo: il problema non si risolve pensando che Orazio segua una differente versione del mito di Titono o interpretando il passo in senso antipitagorico. Piuttosto, sembra lecito pensare che il mito a cui qui si accenna sia quello di Memnone, figlio di Titono: si dovrà dunque leggere Tithoniusque, con consonantizzazione di i che non disturba.

Lunga vita a Titono? (Hor. Carm. I 28,8)

PIERI, BRUNA
2004

Abstract

Il tràdito Tithonusque fa difficoltà per l’interpretazione del passo: il problema non si risolve pensando che Orazio segua una differente versione del mito di Titono o interpretando il passo in senso antipitagorico. Piuttosto, sembra lecito pensare che il mito a cui qui si accenna sia quello di Memnone, figlio di Titono: si dovrà dunque leggere Tithoniusque, con consonantizzazione di i che non disturba.
2004
B. Pieri
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/9762
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact