I processi di smaltimento dei rifiuti rappresentano l’ultima fase di una gestione integrata, come è definita secondo i criteri normativi europei. Costituiscono inoltre un problema di particolare sensibilità sociale e la loro accettabilità deve essere veicolata mediante un’opportuna gestione che prevenga o limiti i conflitti con la popolazione. Tale gestione richiede l’utilizzo di adeguati strumenti scientifici, sia a supporto delle decisioni, sia per il controllo degli impatti sull’ambiente e sulla salute umana provocato dai processi di smaltimento. In questo senso, l’applicazione di modelli di dispersione e ricaduta degli inquinanti, il monitoraggio di diverse matrici ambientali, in particolare nei siti che risultano più influenzati dalla contaminazione degli impianti, l’effettuazione di un’analisi di rischio su scala territoriale, possono contribuire ad accrescere la conoscenza dell’impatto e suggerire quindi gli interventi di prevenzione e di minimizzazione (localizzazione opportuna, sistemi di abbattimento e di contenimento delle emissioni). Inoltre, determinare l’impatto ambientale di tali processi rappresenta un obiettivo prioritario per identificare le maggiori criticità e progettare innovazioni più sostenibili. In particolare, risulta particolarmente importante individuare le soluzioni più adeguate da una prospettiva che comprenda l’intero ciclo di vita dei rifiuti, mediante strumenti analitici, quale l’LCA, e progettuali, quale l’Eco-design

Impatto dei sistemi di smaltimento dei rifiuti.

PASSARINI, FABRIZIO
2010

Abstract

I processi di smaltimento dei rifiuti rappresentano l’ultima fase di una gestione integrata, come è definita secondo i criteri normativi europei. Costituiscono inoltre un problema di particolare sensibilità sociale e la loro accettabilità deve essere veicolata mediante un’opportuna gestione che prevenga o limiti i conflitti con la popolazione. Tale gestione richiede l’utilizzo di adeguati strumenti scientifici, sia a supporto delle decisioni, sia per il controllo degli impatti sull’ambiente e sulla salute umana provocato dai processi di smaltimento. In questo senso, l’applicazione di modelli di dispersione e ricaduta degli inquinanti, il monitoraggio di diverse matrici ambientali, in particolare nei siti che risultano più influenzati dalla contaminazione degli impianti, l’effettuazione di un’analisi di rischio su scala territoriale, possono contribuire ad accrescere la conoscenza dell’impatto e suggerire quindi gli interventi di prevenzione e di minimizzazione (localizzazione opportuna, sistemi di abbattimento e di contenimento delle emissioni). Inoltre, determinare l’impatto ambientale di tali processi rappresenta un obiettivo prioritario per identificare le maggiori criticità e progettare innovazioni più sostenibili. In particolare, risulta particolarmente importante individuare le soluzioni più adeguate da una prospettiva che comprenda l’intero ciclo di vita dei rifiuti, mediante strumenti analitici, quale l’LCA, e progettuali, quale l’Eco-design
Atti Convegni SEP 2010
-
-
F. Passarini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/97069
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact