Non è semplice tratteggiare il complesso lavoro che l’Unione Europea svolge a sostegno delle politiche per l’infanzia e le ricadute di tale lavoro nei contesti educativi di ciascun paese. Nell’immaginario comune, infatti, l’Europa e le sue istituzioni sono spesso viste come qualcosa di distante dalle realtà locali e disgiunto dalle pratiche quotidiane realizzate in servizi e scuole dell’infanzia. Neppure è frequente, nei contesti educativi se non in quelli specialistici, porsi domande quali: qual è il ruolo effettivo dell'Unione Europea nel contesto dell'educazione della prima infanzia? che tipo di apporto può dare allo sviluppo e al sostegno dei servizi per l’infanzia nei diversi paesi? Queste domande, che sembrano a una prima lettura semplici, richiedono in realtà risposte abbastanza complesse poiché, di fatto, l'Unione Europea non ha una competenza vera e propria in materia di istruzione e di educazione: in base al principio di sussidiarietà, infatti, questo tipo di competenza è demandata agli Stati membri. A partire da queste considerazioni – che mettono in luce come i processi di elaborazione delle politiche europee per l’infanzia a livello europeo siano strettamente connessi a processi di advocacy e di sostegno all’implementazione delle riforme nei diversi Stati Membri – il presente contributo analizza come l’interazione tra tali processi abbia giocato un ruolo cruciale nel sostenere l’approvazione e l’attuazione della riforma sul sistema integrato 0-6 nel contesto italiano.

Le politiche per l'infanzia nell'intersezione tra dimensione europea e nazionale / Arianna Lazzari. - STAMPA. - (2023), pp. 127-141.

Le politiche per l'infanzia nell'intersezione tra dimensione europea e nazionale

Arianna Lazzari
2023

Abstract

Non è semplice tratteggiare il complesso lavoro che l’Unione Europea svolge a sostegno delle politiche per l’infanzia e le ricadute di tale lavoro nei contesti educativi di ciascun paese. Nell’immaginario comune, infatti, l’Europa e le sue istituzioni sono spesso viste come qualcosa di distante dalle realtà locali e disgiunto dalle pratiche quotidiane realizzate in servizi e scuole dell’infanzia. Neppure è frequente, nei contesti educativi se non in quelli specialistici, porsi domande quali: qual è il ruolo effettivo dell'Unione Europea nel contesto dell'educazione della prima infanzia? che tipo di apporto può dare allo sviluppo e al sostegno dei servizi per l’infanzia nei diversi paesi? Queste domande, che sembrano a una prima lettura semplici, richiedono in realtà risposte abbastanza complesse poiché, di fatto, l'Unione Europea non ha una competenza vera e propria in materia di istruzione e di educazione: in base al principio di sussidiarietà, infatti, questo tipo di competenza è demandata agli Stati membri. A partire da queste considerazioni – che mettono in luce come i processi di elaborazione delle politiche europee per l’infanzia a livello europeo siano strettamente connessi a processi di advocacy e di sostegno all’implementazione delle riforme nei diversi Stati Membri – il presente contributo analizza come l’interazione tra tali processi abbia giocato un ruolo cruciale nel sostenere l’approvazione e l’attuazione della riforma sul sistema integrato 0-6 nel contesto italiano.
2023
Accanto a bambine e bambini : questioni e prospettive per educare nello 0-6
127
141
Le politiche per l'infanzia nell'intersezione tra dimensione europea e nazionale / Arianna Lazzari. - STAMPA. - (2023), pp. 127-141.
Arianna Lazzari
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
cap10 Lazzari.pdf

accesso riservato

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per accesso riservato
Dimensione 241.3 kB
Formato Adobe PDF
241.3 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Contatta l'autore

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/962057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact