I criteri e le fonti di questa edizione, rispettano e rispecchiano la storia editoriale di Opera aperta – direttamente controllata dall’autore in vita. Abbiamo pertanto selezionato tra le molte fonti l’edizione Bompiani di Opera Aperta del 1962 (collana Portico); quella rivista, modificata e ampliata dall’autore nel 1967 (collana Delfini cultura) sulla base della edizione francese L’Oeuvre ouverte, Paris: Éditions du Seuil, 1965; quella del 1971, Bompiani (collana I satelliti); la quarta edizione rivista, sempre Bompiani, del 1976 (Tascabili Bompiani): questa edizione riporta in appendice il saggio «Generazione di messaggi estetici in una lingua edenica», comparso inizialmente in Le forme del contenuto (1971). Si è deciso di mantenere il saggio in base al principio della intenzione di mostrare in esso il “congegno” di Opera aperta in base alle successive “esperienze semiotiche” dell’autore stesso; infine si è selezionata anche l’edizione per la Nave di Teseo compresa in Eco 2022. Per quanto concerne l’ordine degli apparati prefativi, si scelto di mantenere lo stesso criterio d’ordine e di mettere quindi la nota introduttiva del 1976, seguita dalle introduzioni del 1962 e 1967. Infine, dopo il testo, il saggio del curatore con i rimandi agli apparati iconografici in fondo al volume.

Opera aperta / Riccardo Fedriga. - STAMPA. - (2023), pp. 1-371.

Opera aperta

Riccardo Fedriga
2023

Abstract

I criteri e le fonti di questa edizione, rispettano e rispecchiano la storia editoriale di Opera aperta – direttamente controllata dall’autore in vita. Abbiamo pertanto selezionato tra le molte fonti l’edizione Bompiani di Opera Aperta del 1962 (collana Portico); quella rivista, modificata e ampliata dall’autore nel 1967 (collana Delfini cultura) sulla base della edizione francese L’Oeuvre ouverte, Paris: Éditions du Seuil, 1965; quella del 1971, Bompiani (collana I satelliti); la quarta edizione rivista, sempre Bompiani, del 1976 (Tascabili Bompiani): questa edizione riporta in appendice il saggio «Generazione di messaggi estetici in una lingua edenica», comparso inizialmente in Le forme del contenuto (1971). Si è deciso di mantenere il saggio in base al principio della intenzione di mostrare in esso il “congegno” di Opera aperta in base alle successive “esperienze semiotiche” dell’autore stesso; infine si è selezionata anche l’edizione per la Nave di Teseo compresa in Eco 2022. Per quanto concerne l’ordine degli apparati prefativi, si scelto di mantenere lo stesso criterio d’ordine e di mettere quindi la nota introduttiva del 1976, seguita dalle introduzioni del 1962 e 1967. Infine, dopo il testo, il saggio del curatore con i rimandi agli apparati iconografici in fondo al volume.
2023
371
8834614054
Opera aperta / Riccardo Fedriga. - STAMPA. - (2023), pp. 1-371.
Riccardo Fedriga
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/960730
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact