Il lavoro è incentrato sull’analisi di concetti, quali la tutela, la valorizzazione e la fruizione delle bellezze naturali di un territorio, con una particolare attenzione all'individuazione degli strumenti effettivi ed efficaci di politica di governo del territorio, intesa in senso atecnico, in grado di assicurare l’obiettivo che ci si pone. Come dire che il patrimonio naturale necessita inevitabilmente di azioni normative efficaci che possano realizzare quello che diventa una prestazione di risultato da parte delle varie amministrazioni coinvolte, ovverosia il rispetto di questi beni, la loro protezione e l’implementazione di queste due funzioni attraverso una corretta fruizione del patrimonio considerato. Punto di partenza è, pertanto, l'analisi della legge quadro sulle aree protette nonché l'approfondimento delle sue implicazioni pratiche e applicazioni empiriche al caso di specie. Successivamente, l'articolo affronta il fallimento di queste politiche che conducono al deturpamento paesaggistico, indipendentemente da previsioni normative violate o dalla commissione di abusi. Assistiamo così al c.d. fenomeno degli ecomostri, trattati attraverso l'analisi di due casi pratici classificati l'uno come "ecomostro legale" e l'altro come "ecomostro abusivo".

Il degrado abusivo e il "degrado legale" del territorio: gli ecomostri.

CICCHETTI, ANNA
2010

Abstract

Il lavoro è incentrato sull’analisi di concetti, quali la tutela, la valorizzazione e la fruizione delle bellezze naturali di un territorio, con una particolare attenzione all'individuazione degli strumenti effettivi ed efficaci di politica di governo del territorio, intesa in senso atecnico, in grado di assicurare l’obiettivo che ci si pone. Come dire che il patrimonio naturale necessita inevitabilmente di azioni normative efficaci che possano realizzare quello che diventa una prestazione di risultato da parte delle varie amministrazioni coinvolte, ovverosia il rispetto di questi beni, la loro protezione e l’implementazione di queste due funzioni attraverso una corretta fruizione del patrimonio considerato. Punto di partenza è, pertanto, l'analisi della legge quadro sulle aree protette nonché l'approfondimento delle sue implicazioni pratiche e applicazioni empiriche al caso di specie. Successivamente, l'articolo affronta il fallimento di queste politiche che conducono al deturpamento paesaggistico, indipendentemente da previsioni normative violate o dalla commissione di abusi. Assistiamo così al c.d. fenomeno degli ecomostri, trattati attraverso l'analisi di due casi pratici classificati l'uno come "ecomostro legale" e l'altro come "ecomostro abusivo".
Il patrimonio naturale tra tutela, valorizzazione e fruizione. Il turismo sostenibile. Atti del Convegno-Ustica, 18-20 giugno 2009.
187
198
A. Cicchetti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/95882
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact