Il contributo offre un'analisi puntuale della cooperazione italo-slovena nel settore della circolazione delle persone e della cooperazione penale e di polizia. Esso prende in considerazione anche l'impatto prodotto dal processo di adesione della Slovenia all'Unione europea e si interroga su quale ruolo possano continuare ad esercitare in materia i rapporti di vicinato tra i due Stati frontalieri.

La libera circolazione delle persone e la cooperazione penale e di polizia tra Italia e Slovenia

CASOLARI, FEDERICO
2005

Abstract

Il contributo offre un'analisi puntuale della cooperazione italo-slovena nel settore della circolazione delle persone e della cooperazione penale e di polizia. Esso prende in considerazione anche l'impatto prodotto dal processo di adesione della Slovenia all'Unione europea e si interroga su quale ruolo possano continuare ad esercitare in materia i rapporti di vicinato tra i due Stati frontalieri.
I rapporti di vicinato dell'Italia con Croazia, Serbia-Montenegro e Slovenia
307
377
F. Casolari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/95350
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact