Il lavoro rappresenta un commento ragionato alla pronuncia della Corte di giustizia in causa C-216/01, nella quale la Corte ha per la prima volta preso posizione su di una fattispecie concernente la successione degli Stati nei trattati bilaterali. In particolare, viene valutata, alla luce della prassi rilevante, l'affermazione, da parte della Corte, dell'esistenza di un principio di "continuità" attenuata nella successione degli Stati nei trattati bilaterali.

La successione degli Stati nei trattati bilaterali al vaglio della Corte di giustizia: il caso Budvar

CASOLARI, FEDERICO
2005

Abstract

Il lavoro rappresenta un commento ragionato alla pronuncia della Corte di giustizia in causa C-216/01, nella quale la Corte ha per la prima volta preso posizione su di una fattispecie concernente la successione degli Stati nei trattati bilaterali. In particolare, viene valutata, alla luce della prassi rilevante, l'affermazione, da parte della Corte, dell'esistenza di un principio di "continuità" attenuata nella successione degli Stati nei trattati bilaterali.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/95342
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact