Barbara Bolognini Amorini e il culto di Caterina Vigri nel XIX secolo