L'articolo affronta un caso molto particolare di uso "improprio" del videogame, il fenomeno dei machinima, brevi filmati ottenuti sfruttando il motore grafico di uno o più videogame per ottenere un prodotto autonomo, originale e non correlato con l'ambiente del game. Del fenomeno vengono indagate sia la storia e gli sviluppi che le implicazioni mediali. In particolare in quest'ottica vengono analizzati i processi di riappropriazione e uso dei media in contesti comunitari, che appaiono particolarmente significativi e che rendono il machinima, fenomeno apparentemente di nicchia, uno dei luoghi più interessanti per cogliere e analizzare i processi trasformativi che sono all'opera nel panorama mediale contemporaneo.

Machinima: giocare a fare cinema

PESCATORE, GUGLIELMO;
2009

Abstract

L'articolo affronta un caso molto particolare di uso "improprio" del videogame, il fenomeno dei machinima, brevi filmati ottenuti sfruttando il motore grafico di uno o più videogame per ottenere un prodotto autonomo, originale e non correlato con l'ambiente del game. Del fenomeno vengono indagate sia la storia e gli sviluppi che le implicazioni mediali. In particolare in quest'ottica vengono analizzati i processi di riappropriazione e uso dei media in contesti comunitari, che appaiono particolarmente significativi e che rendono il machinima, fenomeno apparentemente di nicchia, uno dei luoghi più interessanti per cogliere e analizzare i processi trasformativi che sono all'opera nel panorama mediale contemporaneo.
BN
G. Pescatore; V. Sillari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/94541
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact