Si esamina la produzione di genere di Bartolomeo Passerotti attraversandola secondo il punto di vista della fisiognomica e, soprattutto, in rapporto all'espressione dell'urlo. Passerotti allarga le sue ricerche oltre i consueti riferimenti ai pittori Aertsen e Beuckelaer, attivi ad Anversa, ai fiamminghi Pieter Bruegel il Vecchio e Pieter Huys, contaminandoli sul ricordo dei celebrati disegni di Leonardo e di Michelangelo.

Bartolomeo Passerotti, pittore di genere, e i modelli fiamminghi tra ossequio e divergenza

GHIRARDI, MARIA ANGELA
2010

Abstract

Si esamina la produzione di genere di Bartolomeo Passerotti attraversandola secondo il punto di vista della fisiognomica e, soprattutto, in rapporto all'espressione dell'urlo. Passerotti allarga le sue ricerche oltre i consueti riferimenti ai pittori Aertsen e Beuckelaer, attivi ad Anversa, ai fiamminghi Pieter Bruegel il Vecchio e Pieter Huys, contaminandoli sul ricordo dei celebrati disegni di Leonardo e di Michelangelo.
Crocevia e capitale della migrazione artistica: forestieri a Bologna e bolognesi nel mondo (secoli XV-XVI)
445
456
A. Ghirardi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/94331
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact