Si tratta della recensione della traduzione italana dell'ultima edizione di un lavoro fondamentale di storia dell'esegesi, che costituisce l'occasione per un bilancio degli studi storico-esegetici sulla Scrittura, tenuto da G.L. Potestà nella prefazione al volume. La recensione inserisce l'opera della Smalley nel suo contesto storico-culturale, tenendo conto del dibattito scientifico e culturale successivo.

Un classico dell’esegesi biblica medievale. Lo studio delle fonti è come la manna inesauribile e sempre gustosa (recensione di B. Smalley, Lo studio della Bibbia nel Medioevo, III ed., trad. it., a cura di G.L. Potestà, Bologna, Dehoniane, 2008), in «L’Osservatore romano», 20 dicembre 2008, p. 5;

SAVIGNI, RAFFAELE
2008

Abstract

Si tratta della recensione della traduzione italana dell'ultima edizione di un lavoro fondamentale di storia dell'esegesi, che costituisce l'occasione per un bilancio degli studi storico-esegetici sulla Scrittura, tenuto da G.L. Potestà nella prefazione al volume. La recensione inserisce l'opera della Smalley nel suo contesto storico-culturale, tenendo conto del dibattito scientifico e culturale successivo.
R. Savigni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/94264
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact